Egon Schiele


Egon Schiele nasce il 12 giugno 1890 a Tulln, in Austria. Dopo aver frequentato la scuola a Krems e Klosterneuburg, si iscrisse all'Akademie der Bildenden Künste di Vienna nel 1906. Qui studiò pittura e disegno ma fu frustrato dal conservatorismo della scuola. Nel 1907 incontrò Gustav Klimt, che lo incoraggiò e influenzò il suo lavoro. Schiele lasciò l'Accademia nel 1909 e fondò il Neukunstgruppe con altri studenti insoddisfatti. Su invito di Klimt, Schiele espose alla Kunstschau di Vienna del 1909, dove incontrò il lavoro di Edvard Munch, Jan Toroop, Vincent van Gogh e altri. In occasione della prima mostra del Neukunstgruppe nel 1909 al Piska Salon di Vienna, Schiele incontrò il critico d'arte e scrittore Arthur Roessler, che gli fece amicizia e scrisse con ammirazione del suo lavoro. Nel 1910 iniziò una lunga amicizia con il collezionista Heinrich Benesch. A questo punto, Schiele aveva sviluppato un ritratto espressionista personale e uno stile paesaggistico e riceveva una serie di commissioni per ritratti dall'intellighenzia viennese.


In cerca di isolamento, Schiele lasciò Vienna nel 1911 per vivere in diversi piccoli villaggi; si concentrò sempre più sugli autoritratti e sulle allegorie della vita, della morte e del sesso e produsse acquerelli erotici. Nel 1912 fu arrestato per "immortalità" e "seduzione"; durante i suoi 24 giorni di prigione, ha eseguito una serie di toccanti acquerelli e disegni. Schiele ha partecipato a varie mostre collettive, comprese quelle del Neukunstgruppe a Praga nel 1910 e Budapest nel 1912; il Sonderbund, Colonia, nel 1912; e diverse mostre sulla Secessione a Monaco, a partire dal 1911. Nel 1913, la Galerie Hans Goltz di Monaco allestì la prima mostra personale di Schiele. Una mostra personale del suo lavoro si tenne a Parigi nel 1914. L'anno successivo Schiele sposò Edith Harms e fu arruolato nell'esercito austriaco. Dipinse in modo prolifico e continuò a esporre durante il servizio militare. La sua mostra personale alla Secessione di Vienna del 1918 gli portò il plauso della critica e il successo finanziario. Morì diversi mesi dopo a Vienna, all'età di 28 anni, il 31 ottobre 1918, vittima dell'influenza, che aveva reclamato la moglie tre giorni prima.


CATEGORIE

IN EVIDENZA