Diego Rivera



Diego Rivera era un artista messicano, il cui stile distintivo includeva cubismo e muralismo. È nato l'8 dicembre 1886 a Guanajuato, in Messico. Aveva un fratello gemello di nome Carlos che morì all'età di 2 anni. Suo padre lavorava come insegnante, ispettore scolastico e redattore di giornali, mentre sua madre era un medico. L'interesse di Rivera per l'arte è nato fin dalla tenera età e ha iniziato a disegnare immagini già a tre anni di età. Suo padre costruì per lui uno studio d'arte di turno, gli fornì materiale artistico e coprì le pareti con tele per impedirgli di disegnare sui muri e sui mobili. Ha anche mostrato un interesse per l'ingegneria, e amava giocare con i treni e le attrezzature meccaniche, guadagnandosi il soprannome di "The Engineer". Le sue influenze infantili includono l'artista José Posada, che possedeva una tipografia vicino alla scuola di Rivera. La famiglia si trasferì a Città del Messico, Messico nel 1892.


Diego si iscrisse all'Accademia di Belle Arti di San Carlos a Città del Messico per studiare arte all'età di 10 anni nel 1897. Fu qui che sviluppò il suo interesse per l'arte messicana. Ha studiato con i famosi artisti dell'epoca, tra cui Andrés Ríos Félix Para, Santiago Rebull e José María Velasco. I suoi insegnanti gli hanno insegnato come l'arte messicana fosse distinta dall'arte europea, così come come produrre effetti tridimensionali nei suoi dipinti. Fu espulso dall'accademia per aver guidato una protesta studentesca contro il neo-eletto presidente del Messico, Porfirio Díaz, noto per essere un tiranno. Rivera era molto sensibile alla causa della gente comune, che viveva in una povertà assoluta. Dopo aver lasciato la scuola, ha viaggiato in tutto il Messico, dipingendo e disegnando mentre andava avanti.


Dopo aver ricevuto finanziamenti dal governatore di Veracruz, Teodora A. Dehesa, Rivera è andato in Europa per perseguire l'arte. Ha viaggiato attraverso la Francia e la Spagna e ha sperimentato nuove tecniche e stili di pittura. Ha imparato la tecnica del cubismo e la pittura murale, nota come affresco. Questa divenne la sua passione per tutta la vita e iniziò a dipingere grandi murales sui muri di edifici pubblici, come l'edificio del Ministero della Pubblica Istruzione a Città del Messico e l'Auditorium della Scuola Nazionale di Agricoltura a Chapingo. Nel 1929 sposò la collega artista Frida Kahlo e viaggiò con lei negli Stati Uniti, dove tenne diverse mostre. Dipinse molti murales durante questo periodo, tra cui lo Stock Exchange Luncheon Club e la California School of Fine Arts. Uno dei suoi murales commissionati dai Rockefeller ha creato molte polemiche per aver incluso un'immagine del leader comunista Vladimir Lenin. I Rockefeller non furono contenti e chiesero a Rivera di rimuoverlo, ma lui rifiutò. Il lavoro sul dipinto fu interrotto e i Rockefeller lo fecero distruggere.


Rivera e Kahlo erano entrambi coinvolti nella politica comunista e marxista e spesso hanno partecipato a manifestazioni e proteste. Ospitavano anche l'esule comunista russo Leon Trotsky nella loro casa. Kahlo e Rivera hanno avuto una relazione molto tempestosa, con entrambi i partner infedeli l'uno all'altro. Divorziarono nel 1939, ma si risposarono l'anno successivo. Dopo la morte di Kahlo nel 1954, Rivera sposò la sua mercante d'arte Emma Hurtado. Gli è stato diagnosticato un cancro in questo periodo e ha viaggiato per il trattamento. Diego Rivera morì il 24 novembre 1957 a Città del Messico, in Messico. La sua casa è stata trasformata in un museo ed è stato interpretato in pellicola nei film “Cradle Will Rock” e “Freida”. È ricordato come uno degli artisti più influenti del XX secolo.



CATEGORIE

IN EVIDENZA