Anish Kapoor in mostra alla biennale di Venezia nel 2022

Aggiornato il: mar 15





Le Gallerie dell'Accademia di Venezia hanno annunciato nuove date per la grande mostra personale di Anish Kapoor, che ora aprirà il 20 aprile e si svolgerà per tutta la Biennale Internazionale d'Arte di Venezia fino al 9 ottobre 2022. Dopo le numerose mostre dedicate a Philip Guston nel 2017 e a Georg Baselitz nel 2019, Kapoor sarà il primo artista britannico a tenere una mostra presso il museo storico. Quando fu fondata circa due secoli fa, animata dallo straordinario dinamismo culturale di Leopoldo Cicognara e Antonio Canova, le Gallerie si proponevano di valorizzare la produzione artistica dell'epoca affiancando gli antichi capolavori della propria collezione. Questo è l’obiettivo, mettere in scena mostre personali di grandi artisti contemporanei internazionali, mira a offrire al pubblico un dialogo più ravvicinato sulle origini del museo e una più ampia esperienza della sua collezione storica, mettendo in dialogo diretto le mostre permanenti e temporanee.

Curata dallo storico dell'arte e direttore del Rijksmuseum di Amsterdam, Taco Dibbits, la mostra sarà una retrospettiva completa che presenterà i momenti chiave della carriera di Kapoor ed esplorerà lo sviluppo del suo linguaggio visivo unico. Per la prima volta verranno mostrati nuovi lavori innovativi, creati utilizzando la nanotecnologia del carbonio. Queste nuove opere sviluppano ulteriormente il linguaggio delle sculture seminali di Kapoor, che esplorano la condizione di ciò che ha definito il 'non oggetto' - opere che indagano lo spazio liminale occupato da un oggetto, tra presenza fisica e immaterialità, qualcosa che è presente ma assente, vuoto ma pieno.

Giulio Manieri Elia, Direttore dell'Accademia, afferma: “In passato è sempre stato scelto un 'pittore pittore', quello che potreste chiamare un pittore di pittori, alla luce della loro affinità con la collezione del museo. La nostra scelta di uno scultore potrebbe sembrare una sorpresa, ma Kapoor, per la sua originale e profonda ricerca sul colore, la luce, la prospettiva e lo spazio, nasce dalle radici della pittura veneziana del Rinascimento, indagandone l'essenza e interagendo intimamente su un ideale - potremmo anche definirlo concettuale - al livello di Bellini, Giorgione, Tiziano, Veronese e Tintoretto ”.

Anish Kapoor ha dichiarato: "La luce e lo spazio di Venezia, e le glorie della collezione dell'Accademia, sono stati a lungo fonte di ispirazione per me. Ho imparato ad amare questa città e i suoi pittori, scultori e architetti e mi sento onorato di essere stato invitato a impegnarmi in un dialogo visivo con loro. Spero di poter aggiungere qualcosa al vocabolario del colore e della forma che è stato il dono di Venezia al mondo ".



CATEGORIE

IN EVIDENZA